giovedì 7 luglio 2011

il giorno solitario di Stefano Sardara



Amici, oggi è il grande giorno di Stefano Sardara. E' il nuovo presidente della Polisportiva Dinamo basket Sassari. Il passaggio di consegne tra il gruppo Mele e il dott. Sardara è ormai cosa fatta. 40 anni, sassarese, due figli piccoli, appassionato del mare di Alghero. L'uomo giusto al momento giusto. E' entrato come socio nella Dinamo il 26 giugno 2010. In precedenza ha appoggiato economicamente il team come sponsor, prima la Axa e poi Reale Mutua Assicurazioni. Ha dato una mano fondamentale per l'organizzazione delle Final Four di Lega2 del 2010. Ha patrocinato nel settembre 2010 il progetto "giovanili Sardegna" ed è tuttora presidente della Robur et Fides, società iscritta al campionato di B dilettanti.
Fin qui la notizia ufficiale...sappiamo che non è stato affatto semplice e che le parti si sono amichevolmente accordate per il passaggio di quote ad una cifra che si aggira sui 500.000 euro, che consente al gruppo Mele di rientrare dalla esposizione degli ultimi anni. Non dimentichiamo che la Dinamo venne ceduta gratis dall'avv. Milia fatta salva la copertura dei debiti che nel 2005 ammontavano a ben 600.000 euro. Un accordo complesso che consente alla famiglia Mele di non rimetterci di tasca, di salvaguardare le proprie imprese e insieme di garantire un futuro sassarese al club cestistico nato nel 1960. Sappiamo anche che Sardara ha insistito per una presenza importante di Pinuccio Mele nel management, come GM oppure come dirigente addetto agli arbitri (il ruolo che fu di Mimì Anselmi). Mele è stato irremovibile, non intende accettare e si è posto sulla stessa linea del papà Luciano, determinato fin da marzo a passare la mano e cedere la società. Stanchezza, qualche timore o chissà che altro, fatta sta che i Mele hanno chiuso col basket ad altissimo livello. Superfluo richiamare i grandi risultati ottenuti negli ultimi tre anni. 
Il rischio di un addio del basket PRO qui in Sardegna è stato grande: questo rischio è stato sventato grazie al coraggio e alla passione di Stefano Sardara. Lo ringraziamo per questa scelta di vita e assicuriamo per quanto è possibile il massimo dell'impegno, augurando una nuova stagione di ottimi rapporti con la tifoseria organizzata, spazzando perciò certe frizioni che si sono verificate in passato con l'ormai ex dirigenza. E' un giorno bello ma intenso per Sardara, e sappiamo bene cosa significa sentirsi da soli nel prendere le decisioni importanti, anche se ci sono gli amici e gli strettissimi collaboratori che ti stanno accanto nei momenti più delicati. 
Ora, subito il mercato e i nuovi abbonamenti. Si parla con insistenza di DRAKE DIENER, cugino primo di Travis, guardia ex Teramo, un giocatore che ha sempre lavorato con onore nonostante la brutta stagione della squadra abruzzese. Far giocare insieme i due americani potrebbe essere un buon inizio, se è vero che Mister T #12 ha apertamente manifestato l'intenzione di restare a Sassari (sono in corso le pratiche per la sua naturalizzazione, agevolata dalle origini italiane di sua moglie Rose, con papà e mamma siciliani).
E' da escludersi un coinvolgimento di Gianmarco Pozzecco come GM, per quanto l'ex mosca atomica sia grande amico di Nicola Bonsignori, giocatore della Robur e uomo di fiducia di Stefano Sardara. E' chiaro che si dovrà partire da Meo Sacchetti, artefice insieme a Ducarello e Citrini di due bellissime stagioni di pallacanestro sarda. 
Finalmente si riparla seriamente di basket !
In bocca al lupo al neo presidente Sardara e forza Dinamo ! 


LONESOME DAY

Baby, quando credevo di sapere tutto
quello che avevo bisogno di conoscere di te
il tuo dolce respiro il tuo tenero tocco
Realmente non conoscevo granchè...
Lo scherzo è su di me, andrà tutto bene
se solo riesco a passare questo giorno solitario

L'inferno sta mescolando il buio, il sole sta sorgendo
Questa tempesta infurierà tra un momento e l'altro
la casa è in fuoco la vipera è nel prato
Una piccola vendetta e anche questo passerà
anche questo passerà, voglio pregare,
ora, tutto ciò che ho è questo giorno solitario

va tutto bene, tutto bene, yeah....

Meglio fare domande prima che tu spari
questo seme di tradimento è un frutto amaro
E' difficile deglutire (quando) arriva il momento di pagare
quel sapore sulla tua lingua non se ne va via facilemente
.
Lascia che il regno arrivi, Io troverò la mia strada
yeah, attraverso questo giorno solitario,
sì, attraverso questo giorno solitario
Diener vs Diener in Teramo-Dinamo del 31.10.2010

3 commenti:

Skywalkerboh ha detto...

E quindi il cambio è avvenuto.

Sardara è entrato al posto di comando e son sicuro che sa bene quanti sacrifici soprattutto economici dovrà affrontare.
Di una cosa son sicuro (e ottimista): se si dovesse presentare uno sponsor forte lui non lo accoglierà con un escco: "Dacci i soldi, poi ci pensiamo noi", ma saprà stare più attento.

Sardara tirava di scherma, come me, spero abbia quella flessibilità e pazienza che quello sport insegna: sarà un buon presidente.

Mi spiace che i Mele non siano rimasti in società, ma ero sicuro che sarebbe successo: a loro non piace entrare in un progetto da subalterni, o hanno il comando oppure non fanno niente. Peccato che Pinuccio non faccia il GM: questa è davvero una brutta notizia, perché ha lavorato davvero bene.

E' doveroso e corretto dare un affettuoso e sentito grazie alla famiglia Mele, a volte scorbutica nel gestire i rapporti umani con tifosi e soci, ma disposta a sacrifici economici rilevantissimi: andare sotto e azzerare i debiti mettendo mano pesantemente al portafoglio è segno di dedizione alla causa.

Grazie allora Luciano, presidente come pochi, appassionato tifoso. Grazie Pinuccio, sanguigno difensore della squadra anche e soprattutto contro arbitraggi indecenti. Grazie a tutti quelli che in questi anni hanno lavorato a questo progetto, spero che i ragazzi della Dinamo siano riconfermati da Sardara.

Ora la palla passa agli abbonamenti. Sono, siamo pronti a confermare il nostro, sperando che non ci siano aumenti (la recessione economica si fa sentire anche dalle nostre parti).

Spero vivamente che restino Travis Diener e lo zio Vanja Plisnic. White e Hunter è difficile che restino: loro hanno l'NBA nel dna. Gradirei un arrivo di Drake Diener, come letto, e del pivottone austriaco Brunner, che ha fatto sfracelli qui a Sassari con Treviso.

Il resto sarà la solita passione, il solito tifo innamorato, perché Sassari è Sassari: qui si respira Basket, qui si beve e si mangia Basket... sport spettacolare come pochi, mille volte meglio del calcio (assieme alla politica, una delle schifezze del nostro paese).

FORZA DINAMO!!!!!!!!!!!!!

SoloDinamo ha detto...

grazie Luca, trasformerò a breve il tuo post in un commento vero e proprio (appena trovo una foto decente dello svizzero Brunner).
Anche io terrei Plisnic.
Se dipendesse proprio da me, richiamerei addiritura Kemp, pupillo di Sacchetti; ma siccome non scelgo, lascio fare ai dirigenti. Poi mi potrebbero dire che con Marcelus dovrebbero apparire in campo DUE palloni...quindi.

Blogaventura ha detto...

In bocca al lupo anche da parte mia. Un abbraccione, Fabio