giovedì 19 maggio 2011

Senza Travis Diener la Dinamo sbanca Milano!

Il Commando ad Assago (MI)
I corsari biancoblu colpiscono ancora, nel tempio di Assago !
Quando ero ragazzino seguivo sulle reti commerciali le finali NBA fra i Celtics e i (miei) Lakers. Quando una delle due squadre vinceva in trasferta, Dan Peterson urlava qualcosa come: "Loss Angelesss sbaanca Booston Gaaardeen!". Il destino ha voluto giocare un brutto scherzo al più grande commentatore del basket in Italia (dopo la dipartita di Aldo Giordani), e la sua Milano, la plurimilionaria Milano che all'ultimo compra un americano nuovo di zecca per i playoff, ha perso una partita incredibile contro la matricola pestifera Dinamo.
Facciamo un passo indietro, anzi due. Al PalaSerradimigni la Dinamo incontra la corazzata Siena e vince una partita pazzesca, con tutta la sua forza di volontà, la sua unione di gruppo, e la cristallina tecnica dei suoi leaders, Meo Sacchetti in primis. Sugli spalti è "festha manna": i tifosi si abbracciano proprio come fecero un anno prima alla fine di gara 4 dei playoff contro la Prima Veroli, e i giocatori fanno il giro del campo per salutare da vicino tutti ,ma proprio tutti i tifosi.
Un passo avanti allora. La Dinamo vola a Cremona, che dopo una stagione difficilissima causa infortuni si è salvata in extremis ma è fuori dalla lotta per i playoff, e la Dinamo sfodera un'altra prestazione maiuscola, conducendo una partita in crescendo: quando allo striscione dell'ultimo chilometro Sassari mette la freccia e sorpassa i padroni di casa, non si guarda più indietro e vince davanti a un centinaio di tifosi irriducibili che sono in estasi sugli spalti. Non appena arrivano i risultati dagli altri campi la festa continua: Sassari giocherà i playoff contro Milano.
Mai una squadra all'esordio nel massimo campionato era arrivata sesta, Napoli anni fa giunse settima, ma la Dinamo batte il record e con niente da perdere è pronta al singolar tenzone del post season. L'accoppiamento con Milano fa storcere il naso: l'Olimpia di coach Peterson è la squadra che ha dato maggiori problemi al quintetto di coach Sacchetti nella regular season, con due vittorie abbastanza nette. Ma è anche vera una cosa: Milano per tutta la stagione è stata falcidiata dagli infortuni, ha vissuto un cambio di timone alla sua guida, e nel finale di stagione ha giocato davvero male, quindi vive su equilibri piscologici e tattici precari.

Eccoci quindi alla partita di ieri. La tegola che cade sul capo di Sassari è esiziale: Travis Diener, che aveva voluto giocare a Cremona a tutti i costi dopo il doppio body-check subito dalla violenta difesa senese che gli ha causato grossi problemi alla schiena, è nei dodici ma non entra in campo. Sacchetti Sr. lo vuole tenere a riposo perché giocando ogni due giorni non ce la farebbe. Tutto farebbe presagire una passeggiata per Milano e invece... Pinton sfodera la sua migliore partita da quando è a Sassari proprio nel momento della necessità, mostrando di avere due spalle larghe così! 11 punti, 4 assist e i due tiri liberi che hanno dato la vittoria a Sassari!
E pensare che il sempre costante "zio Vanja" Plisnic ieri proprio non c'era (se non a rimbalzo) e che i due colored hanno sofferto tantissimo la fisicità dei pari ruolo avversari. Eppure la Dinamo ha vinto. Ha vinto per la maggiore volontà, per aver potuto giocare "leggera" come aveva sinistramente presagito Dan Peterson avantieri, ha vinto perché tutti i 9 che sono scesi in campo hanno messo punti a referto, e perché ha tirato meglio da due, da tre, e ai liberi. Milano ha vinto a rimbalzo e nel saldo perse-recuperate, ma ha mostrato di essere troppo dipendente dal duo Jaaber-Mancinelli: usciti i due per 5 falli a pochi minuti dalla fine l'Olimpia si è sfaldata, chinando il capo alla rimonta e al sorpasso sul filo di lana di una Sassari più precisa e solida nei momenti topici del match.
Lo sottolineo ancora: la Dinamo ha giocato senza Diener, e Sassari non ha i soldi di Milano per comprare chi vuole e quando vuole, sia chiaro. Qui si gioca senza sapere cosa porterà il domani, con la chiusura delle danze dietro l'angolo, e si vive di voci (preciso: VOCI) di chi avrebbe visto alcuni mesi fa la Kinder Ferrero voler acquistare quote sociali e sponsorizzare per un anno la squadra, col diniego dei Mele (sempre bravi a lamentarsi, ma sinceri quanto?). Qui non si sa cosa porterà il futuro prossimo, Milano, invece,in  parterre ha Giorgio Armani... la differenza è nettissima.
Ora siamo 1-0, e Milano ha tutta la pressione del mondo, ma anche tutte le capacità per rimettere in sesto la sua serie contro Sassari. Domani la partita sarà trasmessa da Sky, quindi non saremo costretti a sentire la radiocronaca di due persone che ieri sera hanno detto di tutto. Non mi dilungo oltre, chi era attaccato alla radio sa di cosa parlo (ma è vero anche che il nostro radiocronista è altrettanto di parte, se non peggio).
Forza Dinamo, sempre ! 
Piazzale Segni, last night:
I nostri meravigliosi tifosi al Forum di Assago, ieri notte: 

ci temono2:


"Faccio appello al pubblico di Milano. A chi mi ferma per strada e mi ricorda ancora la rimonta contro l’Aris Salonicco, a coloro che ieri sera non hanno visto una buona partita da parte nostra, a quelli che affollavano i palazzetti negli anni ’80: a tutti loro chiedo di venire al palazzo domani sera e sostenerci in questa partita così importante per il nostro cammino”. Così coach Dan Peterson prima di gara2 contro la Dinamo Sassari “Abbiamo bisogno del calore della nostra gente, anche di quelli che ieri sono tornati a casa delusi per la nostra prestazione e con i quali mi scuso. Io ho spiegato ai miei giocatori cosa significasse avere un palazzo pieno nella mia precedente carriera di allenatore, e vorrei davvero che anche loro avessero il privilegio che ho avuto io, e cioè poter contare sull’appoggio del grande pubblico di Milano, che nei momenti di difficoltà ha sempre aiutato la sua squadra”. Una definizione per la partita di domani sera: “Mi hanno chiesto diverse volte quale sia stata la partita più importante della mia vita: ho sempre risposto che sarebbe stata la successiva che avremmo giocato. Quella di domani sarà la partita più importante della mia vita”. coach Dan Peterson, 19/5/2011
Palla a due alle 20.15, diretta tv su Skysport e su Radiohinterland. Aggiornamenti in tempo reale su sito www.olimpiamilano.com, su facebook e twitter.


Ufficio Stampa Pallacanestro Olimpia Armani Jeans Milano

3 commenti:

Blogaventura ha detto...

Un'altra esaltante avventura di questa splendida squadra che continua a stupirci e ad emozionarci. Un salutone, Fabio

SoloDinamo ha detto...

...e di avventura si tratta, infatti ho messo un corsaro ! ricambio i saluti

SoloDinamo ha detto...

chi di voi crede alla scaramanzia, al fato, agli scongiuri e agli amuleti ? Dovete sapere che sono moooolto scaramantico, all'università ho dato tutti gli esami con la stessa camicia bianca conservata con cura da mia madre per 5 anni e tirata fuori alla bisogna....insomma per farla breve, dopo aver sfogliato la margherita (vado non vado a Milano?) mi decido ed entro nel sito meridiana...olbia-linate today al momento di chiudere la transazione mi esce un allarme hacker nel pc...mi chiedono la passoword della carta di credito; siccome sono scaramantico all'eccesso penso che la mia presenza al forum di Assago sia invisa agli Dei del basket o a qualche diavoletto anti-dinamo. Chiudo tutto e rinuncio alla transizione. Con rammarico perchè avrei voluto esserci...
Stasera vado al Coco Loco e mi guardo la diretta SKY di gara2, ma che supplizio.
HASTA SIEMPRE FORZA DINAMO FINO ALLA VITTORIA.