giovedì 28 gennaio 2010

Glorie sassaresi - gli anni eroici

il primo direttivo della Polisportiva, 
nella palestra del Liceo classico "Azuni"
               GLORIE SASSARESI #2
Iniziamo la pubblicazione di alcune foto "d'epoca" riguardanti i campionati disputati dalla Dinamo 30 o 40 anni fa. Si tratta di formazioni o di atleti che hanno fatto la storia del basket sassarese.
Molto spesso queste persone sono ancora legate indissolubilmente al mondo del basket, essendo ora impegnati come dirigenti, allenatori, direttori sportivi, commentatori, semplici abbonati, ecc.
La prima foto riguarda un lontano Dinamo-BancoRoma alla palestra C.O.N.I. di viale Adua, campionato 1973-74 (serie C nazionale): Agostinangelo Marras contrasta l'avversario #14.


La seconda foto è relativa alla Dinamo Olio Berio del 1976-'77. Ricordo che da studente avevo visto giocare questa squadra, dalla tribunetta alta dietro il canestro (anche perché uno dei lunghi dell'epoca era Giancarlo Carrabs, mio compagno di scuola). Si giocava la domenica mattina, ovviamente alla palestra C.O.N.I., il cuore delle attività cestistiche cittadine.

In piedi da sinistra a destra : il Maestro di sport Ermanno Iaci, Marco Pinna, Gennaro Guarino, Mariolino Scala, Alessandro Garbato, Francesco Milia, suo fratello Sergio Milia; accosciati da sinistra a destra: Antonello Mura, Peppone Pirisi, Giancarlo Carrabs, Claudio Castagna, Giampaolo Doro, Pierpaolo Cesaraccio.


Foto n. 3: Sergio Milia porta palla contro la Rodrigo Chieti, campionato 1981-'82. Siamo ancora al C.O.N.I., e la Dinamo disputa il suo primo (e sfortunato) campionato in serie B (allora non esisteva la distinzione tra B di eccellenza e B2):
Foto n. 4: Nell'aprile 1981 Flaminio Mancaleoni parla giustamente di dominio sassarese nel basket: la Dinamo conquista la sua prima serie B agli spareggi di Pisa, in danno dell'Esperia, le ragazze dell'Europcar-Sant'Orsola si salvano in A2 in un incredibile spareggio al Sa Rhodia di Oristano, e il Misura-Sant'Orsola (maschile) approda in C1 .
Foto n. 5: derby di vertice al C.O.N.I. tra Dinamo ed Esperia. Gigi Campani va a canestro, contrastato da Mastio e D'Urbano, mentre il pivot algherese Pirisi sta a guardia della difesa 

Foto n. 6: doverosa la foto per Sergio Contini, uno dei pochi coach sassaresi vincenti, nel campionato 1980-81. Tornerà nuovamente alla guida della Dinamo a metà anni '90, in tempo per lanciare ai massimi livelli un giovanissimo Emanuele Rotondo:
Foto n. 7 : Emanuele Rotondo #12, campionato 2005-2006 (in Dinamo-Carife Ferrara). "Il capitano" per antonomasia: guardia, 13 stagioni alla Dinamo, 4613 punti segnati, una colonna e un punto di riferimento essenziale per il nostro basket. Nato a Sassari nel 1975, ha segnato l'ultimo canestro nella squadra della sua città nell'aprile 2007, contro Castelletto Ticino; ha giocato fino al ritiro in DNB.  Attuale istruttore del settore giovanile nella Polisportiva Dinamo.
Foto n. 8: il forte pivot Vinicio Mossali, classe 1960, m 2,04, alla Dinamo dal 1986, squadra in cui ha giocato per lunghi anni fino alla A2. Quasi un lusso per la B di eccellenza. E' stato capitano per alcune stagioni:
Foto n. 9: al palazzetto, derby combattuto tra Dinamo ed Esperia Cagliari: vinto 71-68, decise a pochi secondi dalla fine Angelo Longo, con un canestro in entrata più tiro libero supplementare. I tifosi da Cagliari ? Non pervenuti. O meglio, c'erano ma non si fecero sentire. Siamo nel 1987-'88, si giocava in un campionato durissimo, una sontuosa B di eccellenza (che ben poco avrebbe a che vedere con l'attuale A dilettanti), contro Citrosil Verona (aveva Pastori, Dalla Vecchia, Malagoli, Lino Lardo e infatti vinse il campionato), Arese, Mister Day Siena, Montegranaro, Stefanel Trieste, Ranger Varese, Valentino Roma, Castor Pordenone, ecc.
Foto n. 10: Dinamo campionato 1986-'87, coach Claudio Corà: in piedi da sx a dx Angelo Longo, G. Mazzoleni, Vinicio Mossali, G. Pirisi, Raffaele Costantini, Gigi Campani; accosciati da sx a dx: Lino Mura, S. Milia, Massimo Cabizza, Andrea Degli Innocenti, Simone Siddi, Gennaro Guarino.
Foto n. 11 : Giampaolo Mazzoleni, prelevato nel 1981 dal vivaio del Billy Milano ad opera di coach Roggiani. Guardia dotata di gran tiro, giocatore ottimo e disciplinato lavoratore, ha giocato fino alla A2 nel 1990. Particolarmente affezionato alla città di Sassari, ha fatto parte dei quadri tecnici Dinamo, ha allenato la Silver Porto Torres in B2, nonchè l'Edera Bakkus in C nazionale; attuale coach Dinamo2000 a.s.d.
Foto 12: il quasi incredibile time out di Zare Markovski...dalla tribuna (privo di tesserino allenatore nel periodo 1992-1994, formalmente andava in panchina Giampaolo Doro, suo assistente):
Foto n. 13: Pierpaolo Cesaraccio e Mariolino Scala, Dinamo 1974-'75, giovani e non più che sedicenni, prelevati da una squadra dell'epoca e scomparsa da un bel pezzo, il "Sa Posada":


14. una gloria dinamista: il capitano Federico Casarin attacca vs Modena

15. Massimo Bini, con la classica maglietta bianca, e l'Avv. Dino Milia
16. Emanuele Rotondo all'età di 17 anni

17. the iceman aka Mauro BONINO

18. questo è il Sant'Orsola 1979-80, il terzo da sinistra in piedi è il compianto Tore Fozzi, giocatore della Dinamo nel campionato 1983-'84 (quello della seconda promozione in B).

Collezione di video d'epoca: la parola alle immagini.Si ringrazia l'utente youtube Duecrociduetorri per l'ottimo lavoro svolto. 
campionato 1990-'91 - Dallas Comegys:

Campionato 1989-'90 - Tom Sheehey :
campionato 1992-'93 - Anthony Frederick
campionato 1992-'93 - vittoria rocambolesca a Napoli
l'ultima partita in serie C nazionale: Dinamo -Stamura Ancona, maggio 1984, vittoria e rientro
in B poi diventata B di eccellenza:

19. Dario Ziranu, mini-play della Dinamo, aka l'Omino di Ferro

10 commenti:

Anonimo ha detto...

interessante, sei un tifosissimo !

Giuseppe Aricò ha detto...

La Dinamo prima di essere una grande squadra è un sogno; un Patrimonio che appartiene a tutta la Sardegna. Non posso certo dimenticare i primi anni in cui, oltre che giocatore, ero allenatore del vivaio bianco-azzurro, tutto da costruire.
I ragazzi di allora li ricordo tutti, Giuseppe Pilo il primo anno e Giovanni Losa il secondo, sono forse quelli che hanno lasciato il segno quando sono passati in prima squadra. Ma come dimenticare la mitica squadra Juniores ! Diana, Albino Cubeddu, Francesconi, Marcello Pilo, Mario Manchinu, Piergiorgio Carmelita e gli altri non certo meno importanti di quelli che ho citato - è colpa degli anni che incidono sulla memoria! Se qualcuno di loro legge questo post sappia che mi piacerebbe tantissimo ritrovarli per una sera. Magari davanti a qualche ottimo piatto della cucina Sassarese. Attraverso l'indirizzo del mio sito possono contattarmi ma lascio anche la mia email:

giuseppe.arico@libero.it

Un grazie particolare al Comitato per la Dinamo, fanno un lavoro di grande utilità.

Giuseppe Aricò

SoloDinamo ha detto...

direi che fanno un grande lavoro, caro Pino!
Mi spiace non averti risposto prima perchè ho letto solo ora questo tuo commento (due mesetti dopo...).
Mi riservo di fare un bel post sulla primissima Dinamo dei tempi eroici, diciamo 1962-1964 quando ci giocavi tu, sfruttando adeguatamente le testimonianze (che considero preziose) che avevi postato sul forum gentedisardegna.it.
Grazie di tutto, per ora
;-)
Gianni

SoloDinamo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
antonio ha detto...

splendido anno il 1981,rivedere le foto e i commenti giornalistici.Grande sergio milia....e grande il padre.contro l'esperia fu' magnifico,a sassari..vincemmo con il cuore e con i tifosi unitissimi alla squadra.anche un giocatore come Porro poco utilizzato fece uno splendido canestro dalla distanza..e non rifiuto' lo scontro fisico contro i cagliaritani.la palestra ogni domenica era L'inferno per i nostri avversari...
chiedere al coach e a sergio milia.....
grande Dinamo....continuate cosi'

SoloDinamo ha detto...

grazie per il tuo commento Antonio....ricordo anche io con emozione i derby contro Cagliari sia al CONI che al palazzetto.
purtroppo ora ci dobbiamo accontentare di qualche derby in C o nel femminile, e non è la stessa cosa.

antonio ha detto...

grazie SoloDinamo
mi ha fatto piacere rileggere l'articolo :SI AL TIFO....MA
sono tornato indietro nel tempo....e alle polemiche di quei giorni,mai una lattina di birra varco'.la linea o entro' in campo...forse solo qualche sputo....ma ricordo l'avvocato Milia e i giocatori felici..che il tifo impazzisse per loro.Improvvisamente la squadra inizio' a vincere tutte le partite in casa e recupero' il distacco arrivando ai play.A cagliari..noi circa 15 tifosi..e la squadra avemmo sputi,monete e parolacce....
la sella e mosca in trasferta era sempre ricoperta di sputi....nella quasi finale a sassari con l'esperia..(eravamo obbligati a vincere)lasciammo annichiliti i pochi tifosi di cagliari...
L'esperia era piu' forte...ma i nostri giocatori lottarono tutti fino alla fine...e alla fine vincemmo.....a Pisa l'apoteosi

SoloDinamo ha detto...

Ti ringrazio moltissimo per la tua testimonianza, bisognerebbe che la leggessero i cosiddetti "buonisti" del basket...non dobbiamo mai deflettere e continuiamo sempre la tradizione del tifo di questa Dinamo, tosto, mai sopra le righe, e sempre "calibrato" rispetto alla caratura degli avversari ;-)
ciao

antonio ha detto...

ho visto in tv la prima sfida dei play off..grande vittoria..ma ci aspettano ancora partite infuocate e penso che il palazzeto dovrebbe essere una bolgia...in cui gli avversari devono sentire la "pressione " dei tifosi.........e i nostri devono sentire....la forza di tutta l'isola con loro.
Grande dinamo.....comunque vada..la Dinamo e i dirigenti ci stanno regalando un sogno..meraviglioso.

SoloDinamo ha detto...

ciao....ti ringrazio molto per il commento ma ti prego solo di postare nel primo articolo che trovi in home page, attualmente quello del 10 maggio relativo alla vittoria contro Cantù. Grazie !!!